Dalla riflessione alle proposte, verso il 2017

È stato un anno difficile, ma è necessario rimettersi in moto, riconoscendo gli errori ma mantenendo fede ai valori in cui si crede. È quello che ho cercato di fare in questi ultimi mesi, portando avanti alcune proposte costruttive (in particolare per il turismo, per la cultura e per l’associazionismo) e prendendo, invece, posizione contro provvedimenti che ritenevo e ritengo sbagliati o impropri, provvedimenti che la giunta di destra ha preso quasi sempre “contro” qualcuno o qualcosa, anziché lavorare in positivo per il futuro della città.

Passando all’attività di dicembre in Consiglio e in Commissione, nei giorni precedenti la sospensione dei lavori, tra le cose che ho seguito in prima persona abbiamo trattato delle modifiche allo Statuto dell’UTI giuliana (tra le altre cose, si propone che la gestione della Polizia Locale passi dall’UTI al Comune di Trieste) e di una mozione, che ho sottoscritto, presentata dalla consigliera Famulari e riguardante la previsione di installare giochi inclusivi nelle aree gioco comunali.

I lavori riprenderanno il 9 gennaio, sto lavorando su alcune proposte: una di queste l’ho già depositata, riprende un lavoro già avviato dalle ex colleghe dello scorso mandato Lepore e Cimolino, e riguarda l’incentivo all’utilizzo di veicoli a metano, anche attraverso verifica e intervento sulla rete di distribuzione carburanti a Trieste. La trovate cliccando qui.

Annunci

Informazioni su giovannibarbo

Consigliere Comunale nel Partito Democratico Vedi tutti gli articoli di giovannibarbo

One response to “Dalla riflessione alle proposte, verso il 2017

  • Gabriella

    È stato un anno faticoso,difficile,che ha visto tante contraddizioni all’interno del PD non superate e la svolta a destra della nostra città con la scelta del sindaco Di Piazza,comunque speriamo che l’anno che verrà sia costruttivo e permetta comunque di lavorare a favore della città.
    Mi sembra che le ultime iniziative a favore dei bimbi disabili e dei veicoli a metano siano entrambe utili in quanto permettono di agevolare chi si trova in difficoltà a causa di problemi di gestione pratica ed economica che una persona disabile comporta ,creare delle strutture apposite in città può essere d’aiuto ,in quanto ai veicoli a metano sia privati che pubblici ,la loro diffusione eviterà che molti si riforniscano di benzina e gasolio oltre confine,come è d’uso attualmente è questo potrebbero aiutare l’economia cittadina.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: