Vendita di appartamenti BNP Paribas e il punto sui giardini inquinati

La settimana scorsa in Prima Commissione abbiamo discusso della vendita da parte di Bnp Paribas di circa 400 appartamenti siti a Trieste. Numeri imponenti, si tratta però di una questione tra un istituto privato e dei cittadini di cui al momento non è nota la situazione reddituale. Alla data della seduta non erano pervenute né all’ATER né all’Assessore Grilli segnalazioni da parte di persone in difficoltà, e in Commissione da parte mia ho voluto sottolineare l’opportunità di non gridare all’emergenza in quanto la vendita sarà progressiva ed avverrà alla scadenza naturale dei contratti e non conosciamo il livello reddituale né di eventuale disagio sociale degli inquilini coinvolti: in altre parole, il Comune ha già gli strumenti per intervenire laddove ci siano delle persone in situazione disagiata, e lo farà come accade in altri rapporti tra privati.

In Quarta Commissione si è fatto, invece, una decina di giorni or sono il punto sulla situazione dei giardini inquinati. La Regione ha stanziato 350mila Euro per le bonifiche, il Comune con Determinazione Giuntale ha proposto una serie di interventi specifici in attesa del Piano Regionale per l’inquinamento diffuso. Se si trattasse di inquinamento puntuale (ovvero con una causa definita), infatti, la bonifica sarebbe a carica del soggetto che lo ha causato. Nel corso della seduta gli uffici hanno parlato di valori non critici se paragonati a quelli di altre città italiane, tuttavia la rilevazione rende necessario intervenire perché si tratta pur sempre di valori oltre la soglia. Ho ricordato come le rilevazioni siano state effettuate per verificare se ci fosse inquinamento da Ferriera, e come con ogni probabilità vista la variegata dislocazione dei giardini la causa non sia specifica e sia, anzi, risalente a parecchi anni or sono. Irresponsabile, tuttavia, dire come ha fatto il Sindaco che chiedere le rilevazioni è stato una stupidaggine: era meglio far finta che il problema non esistesse? Era meglio rimanere in silenzio di fronte ad una precisa richiesta da parte degli stessi residenti?

Annunci

Informazioni su giovannibarbo

Consigliere Comunale nel Partito Democratico Vedi tutti gli articoli di giovannibarbo

One response to “Vendita di appartamenti BNP Paribas e il punto sui giardini inquinati

  • Gabriella

    Ritengo che l’iniziativa per le case popolari sia utilissima,nella nostra città sicuramente sono presenti molte persone indigenti che necessitano di un abitazione,secondo me bisognerebbe publicizzare maggiormente l’iniziativa presso le parrocchie,le strutture protette,gli ambulatori dei medici di famiglia, gli ospedali,le case di cura,affinché chi ne abbia la necessità possa essere messo al corrente ed usufruirne.
    Per la bonifica dei giardini è di estrema necessità provvedere in quanto questi luoghi sono frequentati sopratutto da anziani e bambini , inoltre sono zone elettive per il passeggio dei cani,a cui non sempre segue una raccolta degli escrementi da parte di coloro che li accompagnano .
    Si rende quindi necessaria un estrema pulizia per il beneficio e la messa in sicurezza di questi luoghi per il bene comune.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: