Il futuro del Porto, la spesa sospesa, l’autorecupero a fini abitativi, la ZTL davanti al Rossetti

La settimana appena conclusa si è parlato di Porto Nuovo e Porto Vecchio con la seduta del Consiglio Comunale ad hoc, e colgo l’occasione di questo post anche per sottolineare la partenza di alcune iniziative di cui si è parlato su questo blog in passato: la spesa sospesa, l’autorecupero edilizio a fini abitativi, la ZTL in viale XX settembre davanti al Teatro Rossetti.

Parto dal fondo, per sottolineare come la presentazione del progetto La spesa sospesa e la firma sul progetto di autorecupero edilizio a fini abitativi segnino modalità di intervento innovative nel settore sociale e in quello delle politiche abitative. E va evidenziato anche come i due progetti nascano da sinergie dell’Amministrazione Comunale con soggetti istituzionali e privati, con il comune obiettivo di individuare e mettere a disposizione nuove strategie rispetto a temi sempre più rilevanti e delicati, in questo periodo di crisi. Temi su cui, tra l’altro, si è lavorato bene negli scorsi mesi anche in Prima Commissione, a dimostrazione del fatto che su questioni delicate si può e si deve cercare di unire forze e idee.

Quanto all’istituzione della ZTL nel tratto di Viale XX Settembre antistante il Teatro Rossetti annunciata dall’Assessore Marchigiani, è una misura che ritengo molto utile, avendola richiesta con un emendamento al Piano del Traffico firmato assieme al collega Carmi. E ritengo sia molto significativo che la misura venga attuata in tempo per l’apertura della nuova stagione teatrale di una delle più importanti istituzioni culturali di Trieste e della Regione: ciò significa attenzione e valorizzazione della cultura, per i cittadini e per i turisti che sempre più numerosi visitano la nostra città.

Giovedì abbiamo avuto in Consiglio Comunale il Commissario dell’Autorità Portuale Zeno D’agostino, che ha tracciato un quadro della situazione e delle prospettive del Porto e di Porto Vecchio.

Ha aperto la discussione il Sindaco Cosolini, che ha evidenziato come le prossime settimane saranno quelle dello spostamento del Punto Franco ed ha ricordato quanto fatto da luglio sul tema Porto Vecchio: costituzione di una cabina di regia mista con l’Autorità Portuale, costituzione di un gruppo di lavoro tecnico comunale che lavora sugli aspetti immobiliari e catastali, avvio della procedura per l’intavolazione di quanto passa al Comune, avvio del percorso per l’individuazione di un advisor strategico. Quest’ultimo passaggio, in particolare, avverrà entro il 31 ottobre e consentirà di lavorare sulle linee guida e sull’individuazione degli elementi di attrazione dei 500mila metri quadri oggetto dell’intervento. Inoltre, è stata stipulata una convenzione con AcegasApsAmga e con Trieste Trasporti, affinché si rifletta concretamente sulle implicazioni urbanistiche che avrà il passaggio del Porto Vecchio alla città. E proprio in questo senso va anche l’attività tesa a favorire la frequentazione di Porto Vecchio, vedi la litorina e le iniziative organizzate in concomitanza con la Barcolana; nelle prossime settimane, verrà attivato anche un sito internet dedicato a Porto Vecchio e pensato sia per gli operatori sia per i cittadini, di modo da coinvolgere tutti in questa fase storica. Accanto a ciò i contatti con il Ministero dei Beni e dele Attività Culturali e del Turismo e con il Ministero delle Infrastrutture, il dialogo con Greensisam per la soluzione del contenzioso.

Zeno D’Agostino ha cominciato con la situazione del Porto Nuovo, evidenziando l’importanza dell’accordo per il passaggio dei lavoratori ex Primavera nel Pool di manodopera previsto dall’articolo 17 della legge 84 del 1994: un accordo, secondo D’Agostino, più importante della costruzione di una nuova banchina, perché consente di lavorare meglio in un contesto dove le navi sono più grandi, ci sono meno toccate e più container da gestire con il lavoro a terra, trend confermato dall’acquisizione della quota di TMT da parte di MSC.

D’Agostino ha sottolineato come le nuove attività (ad esempio la piattaforma logistica) in Porto Nuovo non necessitino di metri quadri di Punto Franco da ricavare con spostamento dello stesso da Porto Vecchio, ma ciò sia ottenibile mediante espansione del Punto Franco già esistente in porto nuovo. Quanto alle aree individuate per lo spostamento del Punto Franco, sono all’oggetto di verifica con il Prefetto ma devono in ogni caso essere funzionalmente collegate al porto nuovo.

D’Agostino ha sottolineato l’importanza di questo momento, in quanto si tratta dell’unica possibilità nella storia, dopo la fine del TLT, in cui il Punto Franco può essere spostato per salti e non per estensione, e quindi le aree individuate non debbano essere necessariamente contigue. Ha detto che verrà mantenuto, in Porto Vecchio, il Punto Franco nelle aree che non vengono sdemanializzate di modo che, se qualche investitore vorrà intervenire e riterrà utile avvalersi del regime di Punto Franco, le aree potranno essere estese. Quanto alle aree individuate per lo spostamento, si tratta finora della struttura di Fernetti, dell’area di proprietà dell’Autorità portuale all’ex stazione di Prosecco, della Teseco, di Noghere e del canale navigabile di Zaule: l’idea del porto futuro, per D’Agostino, si basa infatti su uno sviluppo dell’area industriale. C’è, inoltre, l’intenzione di aprire un bando pubblico per capire se ci sono soggetti interessati ad aree di Punto Franco.

LitorinaBarcolana

la litorina utilizzata in Porto Vecchio, che nel periodo della Barcolana ha portato oltre 20.000 passeggeri

Annunci

Informazioni su giovannibarbo

Consigliere Comunale nel Partito Democratico Vedi tutti gli articoli di giovannibarbo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: