Bilancio: più fondi alle politiche sociali e alla cultura

Martedì sera abbiamo approvato il bilancio preventivo 2015. La maggioranza ha contribuito a migliorare ulteriormente il testo attraverso una serie di emendamenti. In particolare, ho firmato assieme ad altri colleghi consiglieri delle proposte di miglioramento, poi approvate, in due aree importanti come quella delle politiche sociali e quella della cultura.

Nell’Area Sociale, sono stati aumentati di € 250.000 i fondi destinati all’assistenza economica, di € 235.000 quelli per ricoveri e deistituzionalizzazione minori, di € 35.000 quelli per semiresidenzialità minori, di € 14.842 quelli per residenze per disabili. Ciò a conferma dell’attenzione per i cittadini e le famiglie in difficoltà da parte di un Comune che continua a mantenere la più alta spesa per il sociale pro capite in Italia. E spiace, quindi, che anche in sede di bilancio alcuni esponenti dell’esposizione abbiano continuato con paragoni impropri e strumentali tra la spesa “per i triestini” e quella per l’accoglienza dei rifugiati. Su questo argomento, abbiamo tra l’altro presentato un Ordine del Giorno in cui chiediamo, fra le altre cose, di stimolare le associazioni che collaborano con il Comune ad accogliere, nel limite del possibile, i richiedenti asilo disponibili a supportare in maniera volontaria le loro attività e di investire sul tema dell’integrazione e della convivenza, nella convinzione che ciò sia sempre più importante per tutta la cittadinanza.

Nell’Area Cultura, abbiamo proposto un emendamento di € 140.000 per completare l’attuazione delle mostre su Trieste in guerra e sull’archivio del Lloyd Triestino. Quest’ultima, in particolare, è molto attesa dalla città che potrà veder esposto un patrimonio importante che ne racconta la storia e che, per la sua unicità, potrà essere di grande richiamo anche per i sempre più numerosi turisti.

Tra gli Ordini del Giorno, segnalo quello che propone di valutare, assieme all’Ente Gestore, la possibilità di collocare una “casetta dell’acqua” nello spazio all’ingresso al Bosco Farneto in prossimità della via Chiadino, cosa che sarebbe molto significativa in un rione come quello di San Luigi, privo di una piazza o di un luogo naturale di incontro fra le persone. Inoltre, in un altro Ordine del Giorno abbiamo chiesto la risistemazione di Piazzale Monte Re a Opicina.

casetta acqua trieste

l’inaugurazione di una casetta dell’acqua

Annunci

Informazioni su giovannibarbo

Consigliere Comunale nel Partito Democratico Vedi tutti gli articoli di giovannibarbo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: