Giugno e primi di luglio in rapida carrellata

In oltre un mese di assenza dal blog se ne sono accumulate di cose, quindi cercherò di essere molto sintetico e riportare brevemente i lavori delle Commissioni di cui faccio parte.

Commissione Prima

E’ tornata in Commissione la questione del taglio alla burocrazia: comune l’obiettivo, diversi gli strumenti proposti. La mozione a prima firma Rovis chiedeva di istituire una delega assessorile, quella a prima firma Coloni una revisione trasversale di Regolamenti e loro attuazione. In Consiglio è passata la seconda, in linea con quanto già iniziato in questi anni.

Si è, poi, discusso della richiesta, contenuta in una mozione a prima firma Rovis, di esenzione da IMU e TASI per gli alloggi ATER, ovvero per gli alloggi regolarmente assegnati dagli utenti di edilizia residenziale pubblica, comunque denominati, aventi le stesse finalità degli ATER, del Comune di Trieste. Nel corso della commissione è emersa, in particolare, la richiesta di avere evidenza degli interventi realizzati con il risparmio sull’IMU del 2013, in particolare per quanto riguarda la ristrutturazione di alloggi sfitti. Anche qui, non ci fossero problemi di risorse potremmo tutti essere d’accordo, tuttavia il discorso rientra nella quadratura del bilancio preventivo, in discussione in questi giorni.

Ieri, in Commissione, audizione del Garante per i diritti dei detenuti, sulla scorta di quanto apparso sul quotidiano locale e su input del collega Cetin. La dott.ssa Palci ha illustrato una serie di problematiche di vivibilità nella Casa Circondariale del Coroneo, in parte superate, in parte superabili, in parte conseguenza di un sistema da rivedere. Rispetto ad alcune questioni pratiche, l’impegno è quello di affiancare il Garante nella richiesta di qualche piccolo intervento che consenta ai detenuti di vivere meglio, in particolare con riferimento al problema del caldo.

Quinta Commissione

Siamo andati in sopralluogo al Museo del Mare dove, oltre a ri-vedere una struttura dalle grandi potenzialità, si è discusso del futuro dell’archivio del Lloyd Triestino, attualmente immagazzinato nell’edificio attiguo al Museo. Si tratta, a mio avviso, di una di quelle direttrici da sfruttare assolutamente, in quanto mette assieme oggetti ed opere che costituiscono l’identità e il carattere di Trieste, e quindi riguarda noi stessi, ma al tempo stesso dato il valore assoluto di questi stessi oggetti ed opere può essere di notevole richiamo turistico. I vincoli del patto di stabilità non aiutano, ma sarà molto importante riuscire a sbloccare definitivamente la situazione.

Discorso analogo di grandi potenzialità (e grande successo per l’iniziativa Invasati!) per l’Orto Botanico, dove pure siamo andati in sopralluogo a verificare di persona quali possono essere le criticità separabili. In particolare quelle relative ad una serra obsoleta, oggetto di rappezzi in quanto è difficile riuscire a trovare la copertura economica per sostituirne le pareti: un altro esempio di come il patto di stabilità alla lunga possa paradossalmente portare a soluzioni antieconomiche…

Si è, poi, affrontata la delibera di istituzione formale del Consiglio Comunale delle ragazze e dei ragazzi: una bella iniziativa, che contribuisce alla formazione di quel senso civico che troppo spesso, anche per causa di chi ha abusato delle cariche politiche, è venuto a mancare, e che invece è fondamentale nella costruzione di una società migliore. I bambini, dai 9 ai 14 anni, hanno la possibilità di confrontare prospettive e proposte, alcune delle quali davvero interessanti.

Infine, abbiamo incontrato la Wonderful Youth Orchestra, con il collega Petrossi che ha portato all’attenzione il suo operato e l’opportunità di supportarla per consentire la sua sopravvivenza, in un progetto che unisce l’arte alla cooperazione. Di situazioni analoghe, ahimé, in tempi di crisi ne vediamo parecchie, vediamo cosa si riuscirà a fare in questo come in altri casi…

Nel frattempo…

Nel frattempo è arrivata l’estate, con il consueto cartellone di iniziative sparse tra il centro e le periferie, in maniera da offrire a chi rimane in città e ai turisti contenuti variegati e di grande livello.

CarminaBurana

la foto dei Carmina Burana in Piazza Unità è contenuta nell’articolo de Il Piccolo

a questo link

 

Annunci

Informazioni su giovannibarbo

Consigliere Comunale nel Partito Democratico Vedi tutti gli articoli di giovannibarbo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: