Debora Serracchiani per dare una svolta alla Regione

Queste righe servono più che altro a me, a mettere ordine dopo una giornata assurda e alla vigilia di un appuntamento importante, importantissimo per il nostro futuro come le elezioni regionali.

Gli errori commessi a livello nazionale, dove la nostra classe dirigente ha evidenziato il proprio distacco dal sentire e dal volere dei propri elettori e del Paese, rischiano di far passare in secondo piano quanto sia possibile fare qui, in Friuli Venezia Giulia.
Sì, possibile, perché ieri pensavo a come la prima persona a mettere in discussione in maniera forte e chiara quella classe dirigente, e proprio con riferimento ad il rischio-scollamento dalla realtà, sia stata proprio Debora Serracchiani, nel 2009.
Questo è il primo motivo per cui mi sento, come iscritto al PD ed elettore del centrosinistra, di sostenere con grande convinzione la sua candidatura, perché proprio da qui può partire un forte cambiamento che si allarghi, poi, anche al resto d’Italia.
Per questo cambiamento gli iscritti non devono bruciare le tessere, perché del loro voto c’è bisogno per dare una svolta agli organismi interni del PD.
Per questo cambiamento gli elettori di centrosinistra domenica e lunedì devono votare Serracchiani, per far sentire quanto pesa la nostra coalizione nel Friuli Venezia Giulia, e come quindi la nostra candidata, voce di rottura rispetto al passato, sia capace di catalizzare molti più consensi di quanti ne sia in grado di raccogliere il centrosinistra a livello nazionale, oggi.

Ma il voto alle elezioni regionali non può limitarsi alla sola lettura politica. Debora Serracchiani è la candidata più competente per dare una svolta a questa Regione sulle partite-chiave di breve e di lungo periodo. Dai temi della dignità della persona (penso al reddito di cittadinanza, introdotto dalla giunta regionale Illy e tolto dalla giunta Tondo), del lavoro e delle politiche abitative, quanto mai urgenti vista la crisi in cui ci troviamo, a quelli che possono rappresentare lo sviluppo della Regione e di Trieste in una prospettiva di risorse calanti come quella che stiamo vivendo: penso ad esempio a formazione, cultura e turismo, settori su cui il centrosinistra ha – e ha dimostrato in passato di avere – la volontà di investire e nel quale trovano occupazione molti giovani.

Sei di parte, qualcuno penserà. Sì, sono di parte. Mi riconosco nei valori di un Partito anche nel momento in cui i dirigenti di quel Partito fanno le scelte sbagliate. E proprio in quei momenti, in questo momento, stringo i denti perché sono convinto che la democrazia interna farà comunque prevalere quelli che sono i valori del Partito. E sono convinto che in questo Partito ci siano le persone più competenti per guidare questa Regione.

Voterò Serracchiani per dare una svolta, e spero lo faccia la maggior parte dei cittadini del Friuli Venezia Giulia.

svolta

Annunci

Informazioni su giovannibarbo

Consigliere Comunale nel Partito Democratico Vedi tutti gli articoli di giovannibarbo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: