Si lasci lavorare la Film Commission

Di seguito il testo di una nota del Forum Cultura Pd del Friuli Venezia Giulia in merito alle vicende di questi giorni, con i nomi delle persone che l’hanno finora sottoscritta.

Si lasci lavorare la Film Commission

Ci auguriamo che la decisione del Presidente Tondo e dell’Assessore Seganti di spostare in altro capitolo di bilancio i 330mila Euro destinati al Fondo regionale per le produzioni cinematografiche sia solo il frutto di una valutazione superficiale.

Che non tiene conto del fatto che le produzioni beneficiarie spendono sul territorio regionale fino a 10 volte il contributo concesso.

Che non tiene conto del fatto che è un Comitato tecnico a valutare, da un punto di vista della qualità e dell’originalità ma anche economico, le richieste, ed è fondamentale che rimanga così, per evitare che la valutazione sia frutto della discrezionalità del momento.

Vorremmo che fosse smentito quanto prima il nostro sospetto che una mossa di questo tipo mascheri una censura preventiva nei confronti dell’attività della Film Commission, del cinema e della cultura.

Contiamo che il Consiglio Regionale, chiamato a votare il disegno di legge che contiene di fatto l’annullamento dei fondi destinati ad una Film Commission, riporti la situazione alla normalità per quanto riguarda la gestione e ad una dotazione del Film Fund in linea con quella degli anni precedenti, quando si attestava ad 830mila Euro.

Di fatto i primi danni sono già stati fatti: mettere in dubbio finanziamenti già assegnati rischia di minare la credibilità di una struttura, quella della Film Commission appunto, che negli anni è diventata realtà di punta nel panorama nazionale ed internazionale, ed ha portato a girare nella nostra regione premi Oscar, oltre a dare opportunità di lavoro a tantissimi nostri concittadini ed a far sì, grazie al meccanismo di finanziamento, che le risorse delle produzioni venissero riversate sul nostro territorio.

Non lasciamo che a questo primo pericoloso fatto ne segua uno irreparabile.

Giovanni Barbo

Debora Serracchiani

Rita Maffei

Gianpaolo Carbonetto

Eugenia Fenzi

Annamaria Zuccolo

Alessandro Marinuzzi

Beatrice Fiorentino

Rina Anna Rusconi

Luca Visentini

Maurizio Zacchigna

Roberta Colacino

Tamara Blazina

Chiara Barbo

Mario de Luyk

Andrea Magnani

Pietro Faraguna

Noemi Calzolari

Ales Waltritsch

Luigi Reitani

Federica Dini

Manuela Castagnara Codeluppi

Carmen Galdi

Gianni Torrenti

Pino Roveredo

Franco Codega

Paolo Menis

Paolo Patui

Fabio Turchini

Sergio Vatta

Pina Magaddino

Alessandro Haber e Kseniya Rappoport  in “La Sconosciuta” (di Giuseppe Tornatore, 2006), girato a Trieste

Annunci

Informazioni su giovannibarbo

Consigliere Comunale nel Partito Democratico Vedi tutti gli articoli di giovannibarbo

3 responses to “Si lasci lavorare la Film Commission

  • adamski

    ciao,
    sottoscrivo anche io..

  • PINA MAGADDINO

    sottoscrivo

  • Fulvio Rogantin

    Buffo vedere le firme di Menis e Codega sotto un documento che dice “Vorremmo che fosse smentito quanto prima il nostro sospetto che una mossa di questo tipo mascheri una censura preventiva nei confronti dell’attività della Film Commission, del cinema e della cultura.” e sotto l’ordine del giorno che chiede alla regione di non finanziare il film di Bellocchio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: