Giovani, libertà d’espressione e rock’n’roll!

Qualche giorno fa, su “Il Piccolo”, una signora si lamentava della musica ad alto volume in piazzale Europa, davanti l’Università. Riporto di seguito la mia risposta, pubblicata su “Il Piccolo” di oggi.

“In una città che auspicabilmente vuole tornare a crescere – anche demograficamente – sono molte le istanze, provenienti da varie culture e generazioni, che chiedono risposta e che la buona amministrazione deve tenere in considerazione e far coesistere in maniera armonica. Nella lettera pubblicata su “Il Piccolo” del 30 luglio 2011, la signora Zago si lamenta della musica metallara nel piazzale antistante l’Università, auspicando un ritorno al silenzio come avviene nel giardino del Centro Internazionale di Fisica di Miramare. Su questo tema sono già intervenuto ed ho, inoltre, partecipato in veste di spettatore ad un paio dei concerti incriminati dalla signora Zago. Tralasciando il fatto che tutto c’era fuorché musica heavy metal (di cui sono fruitore, così come del silenzio quando è opportuno), mi permetto di sottolineare la libertà d’espressione che, nei limiti delle regole (entro le ore 23 salvo deroghe, entro i decibel previsti per leggere – a prescindere dal genere di musica!), va rispettata e in qualche caso oserei dire pure incoraggiata! In una città che vuole crescere ed aprirsi al mondo è inevitabile che si manifestino diverse voci e diversi esigenze, l’importante è che la nostra libertà non vada a soffocare la libertà dell’altro. Il diritto a dormire è legittimo, così pero vale anche per il diritto di esprimersi. E l’espressione, ovviamente nel rispetto delle regole di convivenza comune, è libera: la musica, che sia classica o heavy metal, che sia pop o rock, è cultura. Voler imporre ai giovani schemi di pensiero superati, voler imporre un modo di vivere tout court, è profondamente sbagliato: a vent’anni hanno strumenti per pensare e decidere, e vanno messi nelle condizioni di farlo in prima persona. Prendendosi libertà e responsabilità in uguale misura, rispettando gli altri e gli stili di vita delle generazioni diverse dalla loro, sia chiaro. Ma è così che si cambia davvero.”

Annunci

Informazioni su giovannibarbo

Consigliere Comunale nel Partito Democratico Vedi tutti gli articoli di giovannibarbo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: