Proiezione di “Sconfinato”, storia di Emilio Coslovi

Sabato 16 aprile alle ore 18.30 presso il Circolo ACLI di San Luigi (via Aldegardi 15) promuovo la proiezione gratuita di “Sconfinato”, alla presenza del regista Ivan Bormann. Il documentario, che ha vinto il Premio Zone di Cinema al Trieste Film Festival 2011, racconta la figura di Emilio Coslovi, prete operaio che proprio a San Luigi ha prestato il proprio servizio fino alla tragica scomparsa avvenuta nel 2002.

Di seguito trovate qualche informazione sul documentario, a questo link trovate anche immagini e trailer, e scoprirete un mio ulteriore…legame con il documentario in questione!

Sconfinato

Emilio Coslovi, nato a Momiano, nella comunitá di Italiani in Istria, nel 1938 viene a Trieste per studiare in seminario. Il confine si chiude alle sue spalle e si converte in un rifugiato, in un prete, in un prete operaio, scegliendo di lavorare in una fabbrica per condividere la fatica del lavoro con i suoi compagni. Emilio è strano, radicale, non accetta compromessi tanto da dover essere aiutato e curato. Inizia un viaggio attraverso vari trattamenti psichiatrici tra cui l’elettroshock. Non è un eroe. È un uomo semplice che viene dalla campagna e che trasmette un forte approccio evangelico alla vita.
Un documentario sul passaggio, nella nostra storia e nel nostro territorio,
di un essere umano fragile, segnato nel corpo e nella mente.

Così ne parla l’autore Ivan Bormann: “Un film sbilenco, che cerca di dire di Emilio. Si appropria della sua parola, attraverso i diari, li legge, li butta in pasto allo spettatore, ne mette in scena alcuni tratti salienti, necessariamente interpretando, esagerando forse, pretendendo pure di considerarlo lo sguardo di Emilio. E poi prende fiato e dice parole di amici, fa fluire discorsi e considerazioni di chi lo ha incrociato, costruendo una narrazione che si intreccia al commento continuo, a ciò che Emilio ha lasciato, non di documentale, ma di umano. Tutte le persone intervistate lo raccontano con forza, quasi come un pugno nello stomaco che ancora fa male. I suoi amici lo accompagnano per tutto il film, fino a tentare una restituzione. a Momiano, proiettiamo le prime interviste in piazza, e documentiamo la serata chiudendo così il nostro percorso. Un lavoro fatto assieme a tanti e mai da solo. Grazie a tutti.”

Annunci

Informazioni su giovannibarbo

Consigliere Comunale nel Partito Democratico Vedi tutti gli articoli di giovannibarbo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: